Prodigy

 

Provenienti dalla nuova scena dance inglese anni Novanta, i Prodigy conquistano il successo grazie a un’originale miscela di techno estrema e punk-rock da battaglia. All’inizio del decennio il gruppo muove i primi passi negli UK con la nascita del connubio artistico tra Liam Howlett e il rapper Mc Maxim, a cui si uniscono il vocalist Keith Flint ed il ballerino Leeroy Thornhill. Con l’album di esordio What Evil Lurks, i Prodigy si avventurano nel mondo dell’hip hop, mondo che tuttavia ben presto viene abbandonato in favore di una più decisa direzione techno-dance/hardcore, che dà la nascita a un singolo di successo come “Charly” (espressione gergale che indica la cocaina) e ai due album The Prodigy Experience (1992) e Music Fot The Jilted Generation (1994). Nel 1997 esce The Fat Of The Land, che si rivela un successo di critica e di pubblico, e solo dopo sette anni i Prodigy tornano alla ribalta con Always Outnumbered (Never Outgunned), in cui Howlett guida però una formazione ridotta ai minimi termini in una prova sostanzialmente deludente. Nel 2008 torna in azione la squadra classica (con le voci di Flint e Maxim), che nel febbraio dell’anno successivo dà alle stampe l’album Invaders Must Die, anticipato dal singolo Omen. Al disco partecipa anche come batterista l’ex Nirvana e leader dei Foo Fighters Dave Grohl.

LINK UTILI:
http://www.myspace.com/theprodigy
http://twitter.com/the_prodigy
http://www.youtube.com/user/ProdigyChannel
http://www.facebook.com/pages/The-Prodigy/18452288248?ref=ts